Menu Principale

 Home-Page
 Osservatorio
 Epistemologia della Rete
 Culture Digitali
 Segnalazioni
 Risorse

Accedi

Visitatori collegati


Warning: mysql_query(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 12

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 12

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 13

Warning: mysql_query(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 23

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 23
Registrati:
Warning: mysql_query(): Can't connect to local MySQL server through socket '/var/lib/mysql/mysql.sock' (2) in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 29

Warning: mysql_query(): A link to the server could not be established in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 29

Warning: mysql_num_rows() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/wp-content/themes/pol/functions.php on line 30
Non registrati:

Cerca nel blog


Archivio

Blog-rolling

Syndicate

W3C Validator

Valid XHTML 1.0!

Valid CSS!

Comunicare politica nelle democrazie mediatizzate. Riflessioni sul convegno bolognese.

Pochi giorni fa presso la Facoltà di Scienze Politiche di Bologna si è tenuto il convegno dal titolo: Comunicare politica nelle democrazie mediatizzate. L’incontro, a cui hanno partecipato docenti e professionisti della comunicazione politica, è stato sia occasione per presentare la nuova edizione della rivista ComPol, da quest’anno quadrimestrale edito da Il Mulino, sia per celebrare Carlo Marletti, docente dell’Università di Torino, tra i fondatori degli studi sulla comunicazione politica. Mettendo da parte gli spunti, pur ricchissimi, della presentazione della rivista ComPol credo che dalla splendida lectio magistralis del Professore Marletti siano emersi elementi di riflessione davvero interessanti. Su almeno tre piani: il primo sul rapporto tra media e classi dirigenti, il secondo sulla comunicazione politica di Berlusconi ed il terzo sull’attuale centro-sinistra italiano. Per quanto riguarda il rapporto media e società, secondo Marletti, alcuni eventi politici fortemente mediatizzati (come Tangentopoli) possono essere destabilizzanti per una intera classe politica. Per lo studioso torinese gli effetti destabilizzanti di eventi politici mediatizzati sarebbero tanto maggiori quanto più è profonda, nella fase storica in cui gli eventi accadono, la frattura culturale tra i governati e i governanti. Un’altra riflessione di Marletti molto interessante è quella relativa alla comunicazione politica di Silvio Berlusconi capace di creare una realtà slegata dal reale (Marletti parla di iperrealtà) che si alimenta di spot ed annunci di provvedimenti politici in una cornice affabulatoria e mistificante dove vita pubblica e vita privata sono poste su piani continuamente confusi e resi intercambiabili, tale da creare un effetto fiction.
La terza riflessione, infine, riguarda l’attuale centro-sinistra italiano. Secondo lo studioso torinese la politica degli annunci non può essere combattuta con un’altra politica degli annunci. In altre parole, la classe dirigente del centro-sinistra dovrebbe evitare annunci propagandistici che potrebbero trasformarsi in un boomerang finendo con il favorire il proprio avversario politico. E’ il caso di quanto accaduto lo scorso 25 aprile. La partecipazione di Berlusconi alla celebrazione della giornata della Liberazione (anche su invito del segretario del Pd Dario Franceschini) è stata trasformata in un evento ad uso e consumo del centro-destra che ha favorito proprio chi a quella celebrazione non solo non aveva mai partecipato ma aveva più volte mostrato il suo disprezzo verso una manifestazione che culturalmente e storicamente non gli poteva appartenere.

Share!
  • Facebook
  • LinkedIn

2 commenti

  1. evelina ha detto:

    grazie, salvatore, per la chiarezza con cui ci hai riassunto questo bell’evento a cui-purtroppo- non abbiamo potuto partecipare.
    la parte relativa all’interscambio continuo tra vita pubblica-privata di berlusconi mi ha fatto sorridere, visto che aprendo la homepage del corriere vi ho trovato le foto del premier alla festa di tale noemi…e ho pensato anche a cosa gli ha ribattuto franceschini…
    siccome io le fiction, le guardo, ci rifletto, e a volte persino ci lavoro, mi chiedo: sono diventate uno stile di comunicazione?possibile che siano davvero senza fine e pervadano la realtà?che tristezza!

  2. ros ha detto:

    Vi segnalo l’0articolo di Ilvo Diamanti su Repubblica dal titolo Radical chic e Radical choc che riprende il concetto di iperrealismo espresso da Marletti e l’inasprimento della “politica dell’insicurezza”. Da non perdere

Ultimi Commenti

arrow Rosanna De Rosa (Con Emma, innoviamo la didattica e facciamo crescere l’Italia in Europa): Sarebbe bello se qualche insegnante di cucina, magari di qualche buon istituto alberghiero, si cimentasse ...
arrow Rosanna De Rosa (Con Emma, innoviamo la didattica e facciamo crescere l’Italia in Europa): Il progetto prevede il lancio di ulteriori MOOC a febbraio. Alcuni davvero professionalizzanti e molto ...
arrow paolo (Con Emma, innoviamo la didattica e facciamo crescere l’Italia in Europa): Ce ne saranno anche altri in futuro, o sono solo questi? ...

Da non perdere

arrow Berlusconi: operazione verità. Si salvi chi può
arrow Caterina va a votare
arrow Di quando la politica diviene un incubo
arrow Game Over
arrow I frames di queste elezioni
arrow Il calciomercato di plastica
arrow La politica delle bocce ferme
arrow La regionalizzazione della ragione
arrow Le “parole in libertà” del Signor B.
arrow PoliticaOnline uno dei “Best of the Web for Social Science”
arrow Prodi, i media e la società italiana
arrow Quel pasticciaccio brutto del sistema elettorale campano
arrow Rivoluzioni silenziose
arrow The Anticipatory Campaign: una parabola
arrow Tutto ciò che non è formalmente illegale è legale…
arrow Un dibattito senza
arrow United 93: il primo film sull’11 settembre
arrow USA: turbolenta vigilia per il quinto anniversario dell’11/9
arrow “Non pensiamo all’elefante”

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Politicaonline.it.

E-mail

Perché questo sito?

La cultura politica odierna è affetta da un virus malevolo: mancanza di dibattito e partecipazione. Il processo democratico si è (meglio: è stato) sostanzialmente ridotto a dare deleghe in bianco, a tapparsi il naso nell'urna elettorale, o ancor peggio a far finta di nulla.
In maniera indipendente da strutture o entità di qualsiasi tipo, questo spazio vuole sfruttare l'interazione del blog per avviare un esperimento di comunicazione a più voci. Una sorta di finestra aperta sulle potenzialità odierne insite nella riappropriazione del discorso culturale politico, dentro e fuori internet - onde impedire l'ulteriore propagazione di un virus che ci ha già strappato buona parte del processo democratico.

indent Editorial Board

indent Collaboratori

Per collaborare

Proposte (serie) di collaborazione vanno inoltrate alla redazione.

Copyright e licenze

I testi di questo sito sono responsabilità e copyright dei rispettivi autori e sono coperti dalla licenza Creative Commons Attribution - NoDerivs - NonCommercial

Creative Commons Logo