Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions.php on line 334
Politics Matters » Stesso candidato altro contesto: quanto contano i movimenti?
Politics Matters

Menu

Utenti

1 Utente Online

Link utili

Blog e Risorse

Media

Opinion Polls

Osservatori

Partiti

Più letti

arrow I latini gi? lo sapevano: sine pecuniae
arrow Comunque vada, serviranno a qualcosa queste elezioni?
arrow Lo Strappo Atlantico : intervista a Rita di Leo

Da non perdere

arrow Lo Strappo Atlantico : intervista a Rita di Leo
arrow I latini gi? lo sapevano: sine pecuniae
arrow Il dialogo USA - Europa
arrow Il sogno imperialista degli intellettuali americani
arrow Presidenziali americane: l’ultimo round
arrow Tutti i rischi di Kerry

4/10/2004

Stesso candidato altro contesto: quanto contano i movimenti?

Tommaso Ederoclite, ore 9:00 pm

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Le discipline sociali definiscono i movimenti in ragione del fatto che essi costituiscono una rete di interazioni prevalentemente informali, basate su credenze condivise e solidariet?, che si mobilitano su tematiche conflittuali attraverso un uso frequente di forme di protesta (Della Porta 1997). Questa definizione, esaustiva e chiarificatrice, sottolinea con forza quali siano le caratteristiche strutturali dei movimenti sociali contemporanei e fornisce i presupposti teorici per comprendere le dinamiche globalizzanti che gli stessi movimenti stanno vivendo.

I new media hanno fornito una straordinaria opportunit? di allargamento e di solidificazione della partecipazione politica (De Rosa 2001), sostenendo ed amplificando quella rete di interazione che rappresenta uno degli elementi vitali dei movimenti sociali. L’enfasi con la quale si ? sottolineato tale dilatamento della sfera comunicativa ha stimolato la creativit? di alcuni autori, fino a teorizzare la possibilit? di creare un vero e proprio movimento sociale globale (Arrighi Wallerstein, 1992). Anche in questo caso, l’11 Settembre ? stato letto come l’evento cardine capace di dare nuova forza e forma ai movimenti cosiddetti crassroots. Anche le guerre, in Afghanistan prima ed in Iraq poi, hanno contribuito affinch? quelle credenze condivise, alle quali Donatella Della Porta (2003, 2004) fa riferimento, diventassero transnazionali, si globalizzassero. Si pensi, ad esempio, alla esperienza di Porto Allegre.

Ma, come spesso capita, la prova empirica fa emergere le difficolt? e la impraticabilit? di alcune ipotesi, il pi? delle volte significative e ben articolate. Le presidenziali americane del prossimo Novembre mostrano come il movimento globale abbia in s? delle esigenze politico-territoriali estremamente diverse e in alcuni casi incompatibili sul piano ideologico. L’appuntamento elettorale pi? importante al mondo tratteggia un primo segmento capace di rappresentare la distanza che esiste tra le posizioni dei movimenti sociali di cultura europea e i gruppi antagonistici di matrice statunitense.

La manifestazione organizzata da United for Peace and Justice contro la convention repubblicana ha visto 250.000 persone, capeggiate da Moore e il reverendo Jesse Jackson, sfilare pacificamente davanti al Madison Square Garden. Centinaia di gruppi che andavano dalla comunit? ispanica alle femministe, dagli anarchici ai verdi, ed addirittura un bizzarro miliardario dello Stato della California, Jimmy Walter (presidente della Walden Three), che gettava gratuitamente dal suo elicottero personale magliette con una immagine stampata di un Bush con le sembianze di un pollo si sono incontrati a New York con uno slogan unitario: Bush go home. Ed ? in questo contesto pre-elettorale che si evidenziano le diverse piattaforme ideologiche, i distinti sistemi di credenze, le multiformi esigenze politico-sociali tra i movimenti Europei e quelli d’oltreoceano.

L’attenzione dei movimenti sociali statunitensi ha ovviamente a cuore le sorti politiche del proprio Paese. La priorit? ? l’unit? dei gruppi di sinistra, affinch? venga sopita la violenta spinta neoconservatrice che fa capo a Cheney. Le imminenti elezioni per? impongono una scelta che, parafrasando Montanelli, portano ad una sola soluzione: otturarsi il naso e votare John Kerry.

Tutto ci? sembra non essere in linea con le considerazioni dei gruppi antagonistici di natura europea.
L’European Social Forum che si terr? dal 15 al 17 Ottobre a Londra ha nella sua agenda un programma sostanzioso fatto di laboratori, corsi, dibattiti ed assemblee, che non considerano minimamente il 2 novembre come una data portatrice di cambiamenti. Il lavoro di riflessione che li accomuna ? una totale estraneit? ai poteri decisionali della casa bianca, il loro unico obiettivo ? il ritiro immediato delle truppe da ogni zona di interesse geopolitico. Una piattaforma che mira alla strutturazione di un movimento sociale di tipo solidale e volontaristico e che presenti un suo modello di ricostruzione ed intervento nei paesi con difficolt? economiche, culturali, politiche e religiose.
Un evento quindi, quello delle presidenziali 2004, che per ora ha avuto un effetto stagnante nella rete di interazioni che, con molta cura, ? stata intrecciata negli ultimi anni e che, crediamo possa recare dei notevoli cambiamenti nella ipotesi di un altro mondo possibile.

Bibliografia:

Della Porta D., I new global, Bologna, Il Mulino, 2003
Della Porta D. and M. Diani, Movimenti senza protesta?, Bologna, Il Mulino, 2004
De Rosa D., Fra Comunicazione e Politica. Gli spazi virtuali della democrazia che cambia, Paper presentato al Sisp 2000 tenutosi a Napoli.
Arrighi G., Hopkins T. H. , Wallerstein I., Antisystemic movements. Manifestolibri, 1992

3 Comments


  1. Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Lettura originale la tua, Tommaso. Non avevo mai riflettuto su questa spaccatura interna al movimento lungo la linea geografica (che forse ? anche ideologica, come sembrerebbe essere dal tuo articolo). I movimenti hanno per me qualcosa di incomprensibile: non riesco mai a comprendere chi e come ne costruisce l’agenda e perch? stanno sempre altrove, nei momenti giusti; quelli in cui bisognerebbe fare fronte unico contro, ad esempio, una rielezione molto discutibile.


    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96
    rosalba — 6/10/2004 @ 10:57 am


  2. Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Credo fermamente che lo strappo atlantico vada oltre gli stati nazione. Ci? che descrivi integra altri attori politici il pi? delle volte messi fuori dai circuiti analitici.


    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96
    Pako74 — 6/10/2004 @ 1:50 pm


  3. Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Sibillino questo commento. Prova ad essere pi? chiaro. La questione mi interessa molto


    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96
    rosalba — 6/10/2004 @ 1:55 pm

Lascia un commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Politics matters Ŕ una iniziativa di Politicaonline.it

Perché PoliticsMatters?

Le presidenziali USA alle porte paiono destinate a rimettere in moto il desiderio di attenzione e partecipazione politica in risposta ad un loro riproporsi in termini di scontro ideologico. Ciò anche per l'elevata posta in gioco rispetto agli equilibri socio-politici internazionali. Ecco allora questa iniziativa basata sull'impegno ad osservare da vicino quel che ruota intorno alle presidenziali USA analizzando i diversi livelli comunicativi proposti dai vari media.
Un blog-laboratorio, aperto e interdisciplinare, dove sperimentare le nuove possibilità del fare cultura e informazione politica.

Archivio

Per collaborare

Proposte (serie) di collaborazione vanno inoltrate alla redazione.

Copyright e licenze

I testi di questo sito sono responsabilitÓ e copyright dei rispettivi autori, e sono coperti dalla licenza Creative Commons Attribution - NoDerivs - NonCommercial

Creative Commons Logo


Syndicate