Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions.php on line 334
Politics Matters » Cresce in USA lo scetticismo sull?accuratezza del processo elettorale
Politics Matters

Menu

Utenti

1 Utente Online

Link utili

Blog e Risorse

Media

Opinion Polls

Osservatori

Partiti

Più letti

arrow I latini gi? lo sapevano: sine pecuniae
arrow Lo Strappo Atlantico : intervista a Rita di Leo
arrow Comunque vada, serviranno a qualcosa queste elezioni?

Da non perdere

arrow Lo Strappo Atlantico : intervista a Rita di Leo
arrow I latini gi? lo sapevano: sine pecuniae
arrow Il dialogo USA - Europa
arrow Il sogno imperialista degli intellettuali americani
arrow Presidenziali americane: l’ultimo round
arrow Tutti i rischi di Kerry

27/10/2004

Cresce in USA lo scetticismo sull?accuratezza del processo elettorale

Bernardo Parrella, ore 10:50 am

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Ci sar? davvero un vincitore il 3 novembre? Oppure avremo una mega-replica della Florida 2000? Un sondaggio curato ieri dall?Associated Press riporta che 6 persone su 10 ritengono improbabile la certezza dei risultati. Circa il 50% credono che tali risultati verranno comunque contestati in aula. Il Voting Rights Project ha gi? riportato una serie di irregolarit? in diversi stati nelle prime giornate dedicate al voto anticipato. Il New York Times ha dedicato dei report su vari stati e contee centrati “sui difetti della nostra democrazia", delineando gli innumerevoli problemi locali dovuti per lo pi? a mancanza di norme a livello federale. E gli osservatori di Fair Election International hanno appena diffuso un rapporto sul sistema elettorale USA dal chiaro monito: ?non ? mai troppo tardi per la trasparenza e la correttezza.?

Come gi? segnalato in questo spazio (nel testo di Theodore Lowi e relativi commenti), esistono eccome i rischi di brogli, malfunzioni, scarsa trasparenza. Team di avvocati di ambo le parti hanno gi? iniziato a darsi battaglia su procedure equivoche per la registrazione e per gli ?early voters.? Abbondano le iniziative di monitoraggio tramite il web – da Voteprotect.org, articolato database per segnalare possibili ?dirty tricks?, a Votewatch.org, osservatorio sull?andamento dei risultati, a Verifiedvoting.org, che si concentra sui vari inghippi associati con il voto elettronico, altro tasto dolente per lo pi? ignorato dai media mainstream. E le fresche notizie di cui sopra (per i dettagli basta seguire i link originali) non fanno che confermare questa serie di preoccupazioni.

Forse il punto ancor pi? importante ? che tutto ci? arriva come una grossa sorpresa per il ?cittadino medio? statunitense. Certo, l?informazione mainstream e le istituzioni hanno sempre tentato di mettere il coperchio su queste magagne, come pure su altri problemi bollenti tipo l?assistenza sanitaria, le disparit? razziali o il digital divide. Roba simile non fa quasi mai notizia, ed ? sempre meglio suggerire un?immagine di tranquillit? e incitare al ?business as usual?. La correttezza del sistema elettorale ? qualcosa che la gente della strada non avrebbe mai messo minimamente in discussione, un po? come il sacrosanto diritto al ?pursuit of happiness.?

Tuttavia il patatrac della Florida quattro anni fa ha smosso un po? tutti, come ribadisce il poll dell?AP segnalato sopra: oggi il 54% degli interpellati ritiene ?non corretti e accurati? i riconteggi del 2000, anche se quelli di fede Repubblicani sostengono a forte maggioranza il contrario. Stavolta 7 su 10 votanti Democratici (il 69%) affermano che mercoled? prossimo non si avr? un chiaro vincitore, mentre lo sar? per il 56% dei Repubblicani.

Comunque sia, per seguire correttamente il tutto occorre sicuramente restare sintonizzati su media e osservatori indipendenti, oltre che far sentire gli occhi (e la pressione) del mondo intero sull’attuale scenario USA – altrimenti finisce sempre tutto nella solita bolla di sapone, per quanto formalmente ci si scandalizzi.

1 Comment


  1. Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 482

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 552

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 554

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 482

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

    Bush dice che Dio sta dalla sua parte. Kerry spera di stare dalla parte di Dio!

    Ecco la grande democrazia statunitense, quella che tutto il mondo dovrebbe imitare! Non potete scegliere tra la guerra e la pace, per voi hanno gi? scelto i grandi boss dell’industria del petrolio e delle armi. Per? potete fare una scelta ben pi? importante, quella tra due candidati molto diversi: uno con Dio che combatte dalla sua parte e uno che ? invece ? spera di combattere dalla parte di Dio.

    Ah! Questa s? che ? democrazia! Peccato che negli Stati Uniti Dio non possa votare. Vogliono tutti portarlo in guerra. Ma nessuno gli chiede se ? d’accordo.

    Poi dicono che i musulmani sono pericolosi perch? hanno una religione bellicosa.

    tratto da: http://www.internazionale.it/firme/articolo.php?id=7481


    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 527

    Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/kses.php on line 96
    Osvaldo Cortina — 28/10/2004 @ 9:42 am

Lascia un commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Politics matters Ŕ una iniziativa di Politicaonline.it

Perché PoliticsMatters?

Le presidenziali USA alle porte paiono destinate a rimettere in moto il desiderio di attenzione e partecipazione politica in risposta ad un loro riproporsi in termini di scontro ideologico. Ciò anche per l'elevata posta in gioco rispetto agli equilibri socio-politici internazionali. Ecco allora questa iniziativa basata sull'impegno ad osservare da vicino quel che ruota intorno alle presidenziali USA analizzando i diversi livelli comunicativi proposti dai vari media.
Un blog-laboratorio, aperto e interdisciplinare, dove sperimentare le nuove possibilità del fare cultura e informazione politica.

Archivio

Per collaborare

Proposte (serie) di collaborazione vanno inoltrate alla redazione.

Copyright e licenze

I testi di questo sito sono responsabilitÓ e copyright dei rispettivi autori, e sono coperti dalla licenza Creative Commons Attribution - NoDerivs - NonCommercial

Creative Commons Logo


Syndicate