Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions.php on line 334
Politics Matters » “America Oggi” e il dibattito tra gli italo-americani
Politics Matters

Menu

Utenti

1 Utente Online

Link utili

Blog e Risorse

Media

Opinion Polls

Osservatori

Partiti

Più letti

arrow I latini gi? lo sapevano: sine pecuniae
arrow Lo Strappo Atlantico : intervista a Rita di Leo
arrow Comunque vada, serviranno a qualcosa queste elezioni?

Da non perdere

arrow Lo Strappo Atlantico : intervista a Rita di Leo
arrow I latini gi? lo sapevano: sine pecuniae
arrow Il dialogo USA - Europa
arrow Il sogno imperialista degli intellettuali americani
arrow Presidenziali americane: l’ultimo round
arrow Tutti i rischi di Kerry

29/10/2004

“America Oggi” e il dibattito tra gli italo-americani

Redazionale, ore 9:07 pm

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.politicaonline.it/home/politicsmatters/wp-includes/functions-formatting.php on line 76

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa nota di Letizia Airos riguardo America Oggi, quotidiano in lingua italiana che circola in USA. Va aggiunto che sulla base all’esperienza online di cui ci parla, Letizia ha curato un importante volume di recente uscita per ESI Edizioni: “L’America da vicino, l’Italia da lontano. Italiani in America discutono l’11 settembre e le sue guerre".

Ciao a tutti. Sono una giornalista di “America Oggi” e la responsabile del sito Web del giornale, che e’ l’unico quotidiano in lingua italiana redatto e pubblicato negli Stati Uniti con una diffusione di 40.000 copie giornaliere. D’accordo con il direttore Andrea Mantineo, di seguito inoltriamo l’editoriale appena pubblicato, in cui il giornale si schiera con John Kerry. Come introduzione, vale la pena di riportare in breve la storia di “America Oggi", onde far meglio comprendere lo spirito delle persone che ci lavorano. Nel giugno del 1988 il “Progresso Italoamericano", storico quotidiano in lingua italiana d’America, licenzi? tutti i dipendenti iscritti ai sindacati. Alcuni di loro (per la precisione 23): giornalisti, tipografi e amministrativi, decisero di fondare un altro giornale. Misero insieme i propri risparmi (meno di centomila dollari) e dettero vita ad “America Oggi". Il primo numero and? in edicola il 14 novembre. Dopo 5 mesi il “Progresso” non resse alla concorrenza ed esal? l’ultimo respiro. “America Oggi” rimase cos? l’unico quotidiano in lingua italiana negli Stati Uniti (anzi, a quel tempo, l’unico pubblicato al di fuori dalla Penisola).

L’area di diffusione di “America Oggi” ora comprende tutti gli Stati del Nordest dell’Unione, un’area geografica grande quasi quanto l’Italia. Qui vivono la maggior parte dei circa 300.000 cittadini italiani residenti negli Usa e diversi milioni di americani di origini italiane (circa 3 milioni solo a New York City).

“America Oggi” e’ un mezzo di informazione indipendente. Non ci sono gruppi di interesse politici o economici che lo controllano ed il capitale azionario ? diviso in parti uguali tra venti dei soci fondatori, che sono a loro volta anche dipendenti del giornale.

Da un anno abbiamo anche un apposito sito web che di mese in mese ? stato sempre pi? visitato. Sul sito abbiamo lanciato un forum, dove i lettori esprimono in piena liberta’ le proprie opinioni, e un sondaggio sulle elezioni americane. Da settembre sono stati registrati 15.500 voti:
51,4 % per l’elezione di Bush
46.0 % per Kerry
2.6 % indecisi

Immediatamente dopo la pubblicazione dell’editoriale, sul forum ? esploso un dibattito spontaneo in cui, al momento, sembrano avere il sopravvento le reazioni critiche. E’ interessante, magari potete intervenire anche voi dall’Italia: “fare rete” tra l’Italia e l’America ? uno degli scopi principali del nostro sito.

Di fianco ad “America Oggi” esiste anche il sito del relativo settimanale che esce la domenica. Oggi7 ha contenuti di approfondimento, spesso ha lanciato o appoggiato dibattiti molto importanti (come la funzione di Rai International, il matrimonio degli omosessuali, le differenze tra il giornalismo americano e quello italiano) ed ha avuto un’attiva partecipazione soprattutto per i temi legati all’11 settembre, alla guerra in Iraq, i rapporti Europa-USA e l’ “antiamericanismo".

Comments

Nessun commento presente.

Lascia un commento

Sorry, the comment form is closed at this time.

Politics matters Ŕ una iniziativa di Politicaonline.it

Perché PoliticsMatters?

Le presidenziali USA alle porte paiono destinate a rimettere in moto il desiderio di attenzione e partecipazione politica in risposta ad un loro riproporsi in termini di scontro ideologico. Ciò anche per l'elevata posta in gioco rispetto agli equilibri socio-politici internazionali. Ecco allora questa iniziativa basata sull'impegno ad osservare da vicino quel che ruota intorno alle presidenziali USA analizzando i diversi livelli comunicativi proposti dai vari media.
Un blog-laboratorio, aperto e interdisciplinare, dove sperimentare le nuove possibilità del fare cultura e informazione politica.

Archivio

Per collaborare

Proposte (serie) di collaborazione vanno inoltrate alla redazione.

Copyright e licenze

I testi di questo sito sono responsabilitÓ e copyright dei rispettivi autori, e sono coperti dalla licenza Creative Commons Attribution - NoDerivs - NonCommercial

Creative Commons Logo


Syndicate